Il dialogo tra la madrepatria e le Comunità all’estero aiuterà a meglio riformare la promozione linguistica italiana nel mondo.

Grazie ai Senatori di maggioranza per l’ottimo lavoro svolto in Commissione bilancio. Ripristinati 4900000 euro, sulla stabilità, per italiani all’estero
Novembre 22, 2015
la lingua italiana è parte della nostra identità‏
on. Nissoli a Detroit: la lingua italiana è parte della nostra identità
Novembre 24, 2015
Show all

Il dialogo tra la madrepatria e le Comunità all’estero aiuterà a meglio riformare la promozione linguistica italiana nel mondo.

ratifiche di accordi internazionali

(Toronto, 20 novembre 2015) – Ieri, 19 novembre, l’on. FitzGerald Nissoli (PI), durante il Convegno “Lingua e cultura italiana: strumento di integrazione in Italia e nel mondo”, che ha organizzato a Toronto in collaborazione con la Federazione dei laziali dell’Ontario, ha fatto il punto sulla promozione linguistica italiana nel mondo stimolando gli interventi dei relatori anche in merito alla situazione canadese.

Moderati da Vittorio Coco – Direttore politico CHIN RadioTV, e dopo i saluti di Francesca La Marca (Deputata – Circoscrizione estera), Giuseppe Pastorelli (Console Generale d’Italia a Toronto), Giorgio Taborri (Consigliere Ambasciata italiana in Canada), Emilio Battaglia (Presidente Comites Toronto), sono intervenuti: Maria Cristina Mignatti (Responsabile Ufficio scolastico del Consolato), Silvana Mangione ( Vice Segretario Generale uscente CGIE), Angelo Luongo ( Coordinatore UIL Scuola estero) e Pino Turi ( Segretario UIL Scuola).

Un modello di integrazione linguistica, nella scuola, interessante quello del Canada, dove al finanziamento per i corsi di lingua italiana proveniente dall’Italia si aggiunge una somma molto più rilevante stanziata dal Canada. Il tutto per una effettiva attenzione all’identità di ciascuno in una società multiculturale in grado di valorizzare le differenze ed armonizzarle.

“Penso che attraverso un dialogo tra chi opera nella madrepatria sul tema della scuola e la Comunità che vive all’estero si possa arrivare a definire meglio adeguate politiche per la promozione della lingua italiana che è parte del nostro meraviglioso patrimonio culturale e costituisce un valore aggiunto per la nostra politica estera di cui la diplomazia culturale dovrebbe essere parte integrante e fondamentale”. Lo ha detto l’on. Nissoli presentando il Convegno di Toronto sulla promozione linguistica.

“Dobbiamo procedere – ha incalzato l’On. Fucsia FitzGerald Nissoli – a riformare quelle leggi che oggi ancora regolano, dopo tanto tempo, la promozione linguistica e la gestione degli Istituti italiani di cultura ed abbinare lo studio della lingua italiana a quegli aspetti tanto apprezzati del nostro Paese: l’arte, il cibo, la musica”.

Inoltre, l’on. Nissoli, oltre gli aspetti tecnici legati alla riforma della legge 153 del 71 ha toccato altri aspetti concernenti le “problematiche che si affrontano sul campo, soprattutto per la ricerca di risorse finanziarie locali e per la ricerca di soluzioni adeguate per venire incontro alle nuove esigenze di lingua e cultura italiane dei nostri connazionali di seconda, terza e quarta generazione, arrivando a proposte operative che tengano effettivamente conto della domanda di lingua e cultura italiana proveniente dalle diverse realtà geografiche, in tutte le sue diversificazioni e specificità.   In questo, è fondamentale – ha concluso la deputata eletta all’estero –  il contributo dei Comites e dei Consolati in un atteggiamento dialogico e costruttivo ed aperti al contributo dell’associazionismo e delle tante realtà della società civile operanti su questo territorio”. Stasera, l’on. Nissoli parteciperà al Gala della Federazione dei laziali dell’Ontario in cui saranno consegnati i premi ad alcune personalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *